PARLARE IN PUBBLICO IL CORSO DI GIANVITO

CORSO PER PARLARE IN PUBBLICO DI GIANVITO

Public speaking, parlare in pubblico, l’arte oratoria che necessita di diversi strumenti, ognuno da utilizzare nei diversi contesti dove siamo chiamati ad intervenire. Prima di decidere di intraprendere un corso del genere, è necessario comprendere chi è il docente che terrà il suo corso.

Ogni docente ha una sua esperienza, un suo personale percorso che permette di portare in aula strategie e metodologie efficaci.

In questo video nei primi 2 minuti mi presento, mi sembra educato visto che forse non ci conosciamo.

Nei successivi 2 minuti ti racconto come io oggi immagino un corso per parlare in pubblico.

CORSO PER PARLARE IN PUBBLICO DI GIANVITO

La comunicazione parte non dalla bocca che parla, ma dall’orecchio che ascolta

Obiettivo del corso è creare un percorso di motivazione che ti aiuti a prendere coscienza dei codici linguistici per migliorare competenze legate alla:

Capacità di parlare in pubblico (da riunioni interne fino a platee di oltre 500 persone)

– Capacità di realizzare un’ottima presentazione con l’ausilio di supporti informatici (Key Note, PPT), con il corretto utilizzo di immagini, metafore, video, suoni e vissuti personali.

– Gestione della comunicazione sui social

– Realizzazione video

– La comunicazione attraverso Mail e News letter.

– Come scrivere, cosa scrivere, come ottenere un efficace feedback.

Oggi la comunicazione avviene al tempo di un battito di ciglia.

Ascoltiamo o sentiamo? Vediamo o guardiamo? Imparare a comunicare bene, migliora la qualità della vita, personale e professionale.

Prima di saper parlare in pubblico è necessario imparare ad ascoltare, con l’udito e con la vista per iniziare a comunicare con il mondo esterno, quello quotidiano.

Rimanere in ascolto ci permette di vedere la realtà per come essa è, per poi agire di conseguenza. Prima di parlare è fondamentale fermarsi pensare e agire, per mettere in atto la modalità corretta, gli strumenti linguistici appresi durante il corso.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Corona Virus, la natura urla: fermatevi

CORONA VIRUS: LA NATURA URLA: FERMATEVI!

Ci siamo fermati tutti.
Le città sono fantasmi silenziosi e noi in questo silenzio al quale non siamo piú abituati, dobbiamo fare i conti con il frastuono che c’è dentro di noi.
Riflettiamo sulle nostre paure, sui nostri errori, sui nostri liti.

Nonstante tutto, rimaniamo fermi a riflettere  sul nostro senso di onnipotenza messo in ginocchio da un qualche cosa di enormemente piú piccolo del nostro Ego.

Guarda il video YouTube:

CORONA VIRUS:
QUANDO LA NATURA CI OBBLIGA A FERMARCI

Finalmente ci troviamo a fare i conti con la noia ed in quella noia, per mantenere il cervello attivo e vivere questo momento con serenitá, ci riinventiamo.

CORONA VIRUS
I libri che non avevamo letto, i piaceri che abbiamo procastinato, le cose che non avevamo piú fatto.

Cuciniamo il pane, facciamo torte, riempiamo di attenzioni il nostro partner.

Vhiudiamoci sotto le coperte a guardarci la serie TV che non avevamo interrotto…tutta di fila, come un barattolo di Nutella.

Ci sará tanto da riprogrammare ma intanto, riprendiamo possesso del  bambino che abbiamo dentro di noi e che probabilmente abbiamo sedato.

Diamogli vita perché sarà lui il motore di Ri-partenza. La sua curiositá, la sua esperienza, la sua gioia di vivere.

CORONA VIRUS: LA NATURA URLA: FERMATEVI!

La natura ci ha dato indietro un tempo che avevamo dimenticato e mentre  cala lo smog, cala anche il silenzio.

In quel silenzio  siamo costretti a riflettere sul nostro agire.

Un agire che nel momento della ri-partenza, dovrà essere testimone di un cambiamento radicale dei nostri modi di comunicare con noi stessi e con il prossimo.

Una ri-partenza che sarà presa di coscienza dei nostri limiti, delle nostre paure, dei nostri sentimenti.

Daremo valore a tutti quei sogni che abbiamo procastinato e daremo valore al nostro vivere quotidiano.

#coronavirusitalianews
#coronavirus
#coronanews #coronavirusitaly#pandemia #pandemiacoronavirus#iorestoacasa❤️ #iorestoacasa🏡#artigianodelleemozioni #infotainer#mentalista #stupire #comunicare#educare #motivare#momentodicrescita

PUBLIC SPEAKING & SOCIAL: FORMARSI FORMA, NON FORMARSI FERMA

Corso di Public speaking & Social a cura di Gianvito Tracquilio 

Il Gruppo RTS società certificata ISO 9001 (specializzato nello sviluppo aziendale e nella formazione finanziata tramite i FONDI INTERPROFESSIONALI, presente su tutto il territorio nazionale con uffici in Emilia Romagna, Lombardia, Veneto e Toscana), conclude il suo anno di lavoro con un corso di formazione per i suoi dipendenti legato alla comunicazione e al Public Speaking & Social.

Il corso costruito ad Hoc per il gruppo RTS dall’artigiano delle emozioni,  Gianvito Tracquilio, consulente di comunicazione, Infotainer Mentalista, ha fornito ai partecipanti, preziosi strumenti di comunicazione per migliorare il vivere quotidiano personale e professionale di tutto il gruppo, in ottica di condivisione, ascolto e crescita, personale e professionale, individuale e collettiva.

FORMARSI FORMA, 

NON FORMARSI FERMA 

La sessione di lavoro  ha avuto luogo  il 17 Dicembre a partire dalle ore 09.00, presso l’elegante struttura alberghiera di Crema “Hotel Ponte di Rialto”

I 26  dipendenti del gruppo (che operano sulle diverse sedi sul territorio Italiani quali Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Toscana e Sardegna) sono stati coinvolti in un percorso di lavoro di 1/2 giornata. 

Obiettivo del corso: 

Il lavoro di aula si è focalizzato sul rafforzamento della squadra e sulla capacità di 

  1. Comunicare internamente in maniera positiva tra colleghi 
  2. Focalizzarsi sulla comunicazione verso l’esterno, sia con i clienti diretti che attraverso l’uso dei social. 

 

FORMARSI FORMA, 

NON FORMARSI FERMA 

Un percorso tra didattica ed esercizi pratici di aula per comprendere quanto sia importante oggi comunicare  bene per vivere meglio, rimanendo in ascolto visivo e uditivo, rispettando il prossimo, se stessi e gli spazi dove ogni persona entra in azione, tenendo bene a mente la prima regola fondamentale prima di dare fiato a qualsiasi pensiero : 

 

Fermarsi  pensare e agire, una regola aurea della subacquea che ci insegna a comprendere quando è il momento di parlare, come argomentare i contenuti e come sostituire le parole basse oscure e contratte con quelle alte fluide e luminose. 

Per il vostro corso di Public speaking & social, Individuale o di gruppo, potete contattare

www.gianvitoinfotainer.it

scrivendo a gianvitoinfotainer@gmail.com

o telefonare al 339.801. 54.51

 

RICHIEDI UN PREVENTIVO

La previsione del mentalista

Come costruire una previsione impossibile

Si può prevedere quello che accadrà nei prossimi 365 giorni?

Sono convinto di si, perché prevedere vuol dire sopratutto pianificare quel che vogliamo e lottare per ottenerlo. Il 2018 è stato un anno meraviglioso, difficile sotto certi punti di vista, sorprendente sotto altri aspetti, ma uno o più ingredienti hanno fatto il loro gioco, ed hanno permesso al sottoscritto di realizzare sogni inaspettati.

Questi ingredienti li voglio condividere con voi, perché ritengo che se utilizzati e applicati nella maniera corretta, permetteranno anche ad ognuno di voi di realizzare i vostri sogni.

Sono gli ingredienti che hanno reso unici i miei spettacoli di mentalismo per le aziende e per i privati che hanno richiesto i miei personali servizi di intrattenimento ed Infotainement.

Audacia e coraggio

Il primo ingrediente è determinato dall’azione che viene dal cuore, dal nostro sentire al quale non dobbiamo rinunciare.

Quando ci mettiamo il cuore nel nostro agire, creiamo un flusso di energie che distribuiamo inconsapevolemente alle persone che ci circondano e che collaborano con noi.

Il coraggio ti permette di scavalcare i muri che il destino ci mette davanti alla nostra persona per metterci alla prova.

Il destino ci regala una grande opportunità perché quel muro non è un freno ai nostri sogni, al contrario, è la prova del nostro coraggio.

Scavalcare il muro vuol dire osservare il mondo da una nuova prospettiva.

mentalistala previsione del mentalista consiste in:

Quest’anno il destino mi ha regalato l’opportunità di collaborare, oltre che per diverse realtà del panorama industriale internazionale,  per ANASF, scrivendo uno spettacolo sulla finanza comportamentale, e per GAM Investment per presentare un prodotto finanziario sul territorio. Il mondo della finanza e tutte le persone con le quali ho avuto il piacere di collaborare, mi hanno insegnato che la pazienza, è l’ingrediente principale per arrivare ad ogni obiettivo.

La pazienza è legato al tempo e al rispetto che dobbiamo avere per realizzare i nostri sogni. Non abbiate fretta, pianificate i vostri sogni e non vi fermate davanti a quei muri che il destino vi metterà davanti. Quei muri mettono alla prova il vostro coraggio.Audacia

L’audacia è la virtù dei forti. Platone diceva: “Quando un uomo è aMentalista udace senza senno ne riceve danno, quando invece con senno ne trae vantaggio”. 

Siate audaci, ma non spericolati. Come capirete,  se l’audacia è collegata al coraggio, alla pazienza e al desiderio di vedere realizzati i vostri obiettivi, saprete come scavalcare quei muri del destino e riceverete luce, energia, visione.

Pianificazione

Cosa vedi durante uno spettacolo di un  Mentalista?

Il panorama che si presenterà davanti ai vostri occhi sarà composto di  persone, vite vissute, diversi modi di pensare e agire.

Un  panorama fatto di intersezioni e collegamenti che vi permetterà di essere e diventare persone migliori.

Siate audaci, ma ricordate: prima di agire, fermatevi e pensate.

La previsione del Mentalista,  1° strumento:Ascolto

Come pensate di agire, di raggiungere i vostri sogni, i vostri obiettivi, se non entrate in contatto con il mondo che vi circonda?

Ho imparato nel mio percorso nell’oncologico pediatrico, come Mago di corsia, a rimanere in ascolto.

Quell’ascolto lo porto sul palcoscenico, quando gioco con i miei spettatori che si prestano a partecipare ad un viaggio in un luogo affascinante: il mondo delle emozioni.

mentalista gianvito

Se volete emozionarvi, se volete emozionare, rimanete in ascolto.

Anche il silenzio talvolta parla e se riuscirete ad ascoltare quel silenzio, vi accorgerete che spesso  le persone parlano con i gesti, con il corpo, con gli occhi, con la loro posizione davanti ai vostri occhi.

Ascoltate il mondo che vi circonda non solo con l’udito ma anche con gli occhi.

Entrerete nel mondo di chi parla e sarete voi a colorarlo.

La previsione del mentalista, 2° strumento: Tenacia

Quante volte ci siamo fermati davanti al primo ostacolo?  Abbiamo un’idea ma non riusciamo a fargli prendere vita.

Stiamo iniziando a condividere un progetto, ma non entriamo in sintonia con i diversi protagonisti che ricoprono diversi ruoli.

O ancora, il nostro preventivo non viene approvato e ci sentiamo sminuiti nel ruolo.

Oppure ci accorgiamo che il tempo per raggiungere il nostro obiettivo, si dilata sempre di più.

Veniamo presi dallo sconforto, abbandoniamo il percorso e prendiamo altre direzioni convinti che non c’è nulla da fare.

Se non fate, non avrete, e nulla accade dall’oggi e domani.  Il coraggio, il  rispetto del tempo, la pazienza, l’audacia e l’ascolto, sono 5 punti alla ricerca degli ultimi 2, la tenacia e la fede.

Non vuol dire essere testardi come muli e rimanere bloccati nelle proprie convinzioni.

Tornate indietro, fate il percorso a ritroso e rimanete in ascolto, uditivo e visivo, concentratevi, fatelo con fede, ma sopratutto abbiate fede nelle vostre esperienze, nel vostro vissuto, ascoltando la soluzione arriverà con un click.

Tutto parte dalla mente, dalla nostra capacità di adattare il nostro essere alle condizioni diverse in cui essa si trova e plasmare il nostro agire e pensare.

Senza abbattersi, senza arrendersi, capaci di essere flessibili accettando le diversità altrui.

Fiducia: affidarsi reciproco

La fede, si se intesa come fiducia. a fede

La fede? Non è una questione di religione.

Ho imparato sulla mia pelle che se non avete fiducia in voi stessi, non potrete mai conquistare la fiducia del prossimo.

mentalista gianvito

Dovete avere fiducia in voi stessi, della vostra unicità, dei vostri pregi e difetti e metterli a disposizione di coloro che vanno oltre le apparenze, di coloro che superano i loro muri, perché come voi, hanno una visione.

A volte però incontrerete persone che davanti agli ostacoli, ci gireranno intorno.

Aiutateli, fateli salire sulle vostre spalle, depositarie delle vostre esperienze e guidateli, alzateli e permettete loro di guardare oltre quel muro.

Il futuro si può prevedere, dipende solo dalle vostre capacità di credere in voi stessi e regalarvi un metodo.

Gli obiettivi della propria vita, non si raggiungono con semplici trucchi che sono solo dei paliativi, ma con metodo applicato con tenacia, perseveranza e coraggio.

Se cercate uno spettacolo, un momento di intrattenimento,  con tutti questi ingredienti per motivare, divertire, stupire i vostri clienti o il vostro team, se la vostra intenzione è di regalare un momento unico del vostro evento, scrivetemi una mail, sarò lieto di mettere in pratica quanto appena descritto.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Spettacolo di mentalismo : le emozioni

Rare sono le persone che usano la mente, poche coloro che usano il cuore e uniche coloro che usano entrambi.

(Rita Levi-Montalcini).

 
Le emozioni sono il motore della vita, interagiscono con  cambiamenti del nostro corpo e svolgono una funzione di coordinamento tra il corpo e la mente.
Hanno la capacità di rimettere  in vita tutta una serie di sensi quali la percezione, la memoria, il pensiero, la percezione, i comportamenti  e le interazioni sociali, ecco perché in uno spettacolo di mentalismo le emozioni sono fondamentali.

Infotainer e mentalista

Daniele Trevisani, formatore e trainer aziendale, in uno dei suoi ultimi lavori dedicati al tema scrive:
“…nel cervello vi sarebbero quattro principali sistemi di commando delle emozioni di base: 
 di ricerca, conosciuto come il sistema della ricompensa, il sistema della ricerca  può essere anche associato con termini quali curiosità, interesse e aspettativa.
della rabbia: è attivato da tratti di frustrazione, gli stati che si riproducono quando vengono ostacolate le azioni finalizzate ad una meta biologicamente rilevante.
 della paura: si attiva sull’amigdala e sulle sue connessioni. Dal punto di vista percettivo la stimolazione cerebrale è associata a sentimenti di angoscia e terrore.
di panico: associato con i sentimenti di perdita e di sconforto.
In qualità di consulente di comunicazione, Infotainer e mentalista, lavoro principalmente sul sistema di ricerca e  quello della paura.
Per paura intendo capire cosa vuol dire superare l’ostacolo, mettersi in gioco.
Lo spettatore diventa protagonista, viene invitato a gestire uno stato d’animo fuori dall’ordinario, per comprendere che i muri di quello che appare impossibile è invece realizzabile.

 spettacolo di mentalismo: emozioni  

INFOTAINER E MENTALISTA

Quando tu permetti al pubblico di mettere in azione cuore e mente,ecco che accadono cose incredibili, potenti ed emozionanti.
 
Quell’emozione è un arpeggio sulle corde dell’anima,  un ricordo che hai tenuto nascosto per troppo tempo.
Quell’emozione è la memoria che rende unica la tua persona.
Questo è il valore aggiunto che metto a disposizione per rendere unico il tuo evento.
Questo è il mio modo di pensare come mentalista ed Infotainer.
Questo e ti assicuro, tanto altro.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Salviamo il mondo? consapevolezza e azione

Prima di scrivere questo articolo, guardando tutti i giovani che hanno partecipato a Torino ed in tutto il paese ed il resto del mondo a questa intesta manifestazione, raduno di pensieri, consapevolezza e azione, devo fare una premessa.

Siamo tutti contrari all’inquinamento atmosferico, le cause sono ormai davanti agli occhi di tutti,  ma vorrei che i giovani, quei giovani che  ho visto scendere in piazza, siano consapevoli del significato della parola “rinuncia”.

Cambiare le sorti di questo pianeta, vuol dire rinunciare.

Rinunciare alla plastica che ieri ho visto utilizzare per bere l’acqua, vuol dire prendere i mozziconi della sigaretta e buttarli negli appositi cestini o in piccoli contenitori (non di plastica), consapevolezza vuol dire non cambiare ogni anno in maniera compulsiva il proprio telefonino per avere l’ultimo alla moda (e ieri ne ho visti tanti).

Oggi, 15 marzo 2019, in contemporanea in 123 paesi di tutto il mondo, nelle strade e nelle piazze delle città, i giovani sono scesi in piazza per dire la loro.

Sono scesi in piazza per manifestare, per gridare a noi adulti, che non c’è più tempo per cambiare le cose, dobbiamo cambiare noi.Salviamo il pianeta

Mi sono mischiato in mezzo alla folla, li ho guardati negli occhi, mentre urlavano slogan, mentre fieri, tenevano in mano i loro cartelli per dire la loro opinione.

A 50 anni suonati, dopo 35 anni di voto, mi sono rotto di questo sistema ormai fondato sull’apparire più che sull’essere.

Mi sono rotto le scatole di vedere da 25 anni riunioni dei vertici mondiali dove l’argomento Eco-sostenibilità è sempre rimasto ai margini.

Salviamo il mondo: consapevolezza e azione.

E’ stata data priorità alla corsa degli armamenti, alle guerre, allo sfruttamento dei territori, alla corsa del dio guadagno e del consumismo a limite della decenza e dell’intelligenza.

salviamo il mondo

E’ tempo di pedalare, e non nel senso di eco-sostenibilità, ma nel vero significato della parola: pedalare=passare all’azione.

Passare all’azione vuole dire prendere consapevolezza di un problema e farlo proprio. Successivamente azione!

L’azione deve essere coraggiosa, venire dal cuore!

Visto che la politica ed il sistema economico fa poco o nulla per dimostrare con i fatti un’azione concreta che salvaguardi il nostro eco-sistema, dobbiamo pedalare noi con azioni concrete nel quotidiano.

Rispettare l’ambiente dove viviamo con piccoli ma significativi gesti quotidiani.

Rimanere in ascolto e parlare, condividere, vivere per cambiare il luogo dove viviamo e renderlo migliore.

Dobbiamo riprendere possesso della voglia di comunicare con il prossimo,  del rispetto reciproco, senza distinzione di razza, religione, colore della pelle, cultura.

Siamo essere umani che vivono su questo pianeta, e come tali dobbiamo pretendere rispetto da chi questo pianeta,  lo gestisce dal punto di vista politico ed economico. Se questi due sistemi non rispettano  l’ambiente, allora dobbiamo avere il coraggio di

salviamo il mondo

rigirarli, iniziando ad alzare la voce, perché questo pianeta è nostro, non di  qualcuno che decide per noi al quale noi abbiamo dato i potere di decidere.

Ho condiviso in maniera costruttiva, alcune polemiche che ho letto sul web. Sarebbe stato meglio un’occupazione a scuola con dibattiti costruttivi anziché scendere in piazza per una giornata di ripiego?

Perché no! ma poi leggo il cartello di questa ragazza, una sintesi oggettivamente positiva sulla quale non puoi dire nulla in merito. Anche i giovani hanno il diritto, il cervello e la capacità di darci lezioni di vita, visto che a quanto pare, il nostro ruolo di educatori (nei contesti sociali, scolastici, politici, economici etc…), è venuto totalmente a mancare.

Altra sterile polemica sulla Greta Thunberg della situazione, dove alcuni pensano che la sua, sia un’azione pianificata a livello di marketing per dare voce ad un libro scritto dalla madre e ad un’azienda in fase di decollo del padre.

Banale, stupido e puerile, pensare una cosa del genere. Io vedo i fatti, e sapere che in 123 paesi del mondo oggi sono scesi in piazza i giovani, il futuro di domani, è la risposta che voglio, che sento e che faccio mia.

Quindi grazie Greta, con la tua sindrome di Asperger, con la tua perseveranza, con quella faccia inespressiva e dolorante per la tua sentita consapevolezza.

Grazie Greta che a soli 14 anni, hai dato un esempio a chi, a differenza tua, sa fare solo il leone da tastiera, cecando il pelo nell’uovo, persone incapaci di agire, persone invidiose in cerca di Like.

Persone capaci solo di polemizzare e cercare il marcio in quello che invece è un passo importante per cambiare in meglio il mondo dove viviamo.

Grazie a tutti voi ragazzi, che oggi siete scesi in piazza in 109 città italiane ed in 123 paesi di tutto il mondo. Continuate a far sentire la vostra voce “Salviamo il mondo” e salvatelo con i gesti quotidiani che da domani devono diventare prese di coscienza quotidiane. salviamo il mondo
Fatemi vedere che rispettate l’ambiente dove vivete, fatemi vedere che siete in grado di ascoltare, condividere, creare legami con persone di diversa cultura, razza, religione, colore della pelle, perché consapevoli che il pianeta terra è di una unica e sola razza, la razza umana.

In poche parole, se volete passare all’azione, abbiate bene in mente che il primo passo è rinunciare al superfluo, all’ossessione consumistica, all’ultima moda, iniziate ad essere e non ad apparire, perché questa lotta alla quale avete preso parte, inizia proprio dalla consapevolezza. Solo allora, la speranza potrà diventare azione.

 

VEDI IL VIDEO DELL’INTERVENTO AL TEDEX2018 DI GRETA THUNBERG

Salviamo il mondo, consapevolezza e azione!

2019: La previsione del mentalista

Si può prevedere quello che accadrà nei prossimi 365 giorni?

Sono convinto di si, perché prevedere vuol dire sopratutto pianificare quel che vogliamo e lottare per ottenerlo. Il 2018 è stato un anno meraviglioso, difficile sotto certi punti di vista, sorprendente sotto altri aspetti, ma uno o più ingredienti hanno fatto il loro gioco, ed hanno permesso al sottoscritto di realizzare sogni inaspettati.

Questi ingredienti li voglio condividere con voi, perché ritengo che se utilizzati e applicati nella maniera corretta, permetteranno anche ad ognuno di voi di realizzare i vostri sogni.

Sono gli ingredienti che hanno reso unici i miei spettacoli di mentalismo per le aziende e per i privati che hanno richiesto i miei personali servizi di intrattenimento ed Infotainement.

2019, la previsione del mentalista: Coraggio

È il primo ingrediente, è determinato dall’azione che viene dal cuore, dal nostro sentire al quale non dobbiamo rinunciare. Quando ci mettiamo il cuore nel nostro agire, creiamo un flusso di energie che distribuiamo inconsapevolemente alle persone che ci circondano e che collaborano con noi. Il coraggio ti permette di scavalcare i muri che il destino ci mette davanti alla nostra persona per metterci alla prova.

Il destino ci regala una grande opportunità perché quel muro non è un freno ai nostri sogni, al contrario, è la prova del nostro coraggio. Scavalcare il muro vuol dire osservare il mondo da una nuova prospettiva.

mentalista

2019, la previsione del mentalista: Pazienza

Quest’anno il destino mi ha regalato l’opportunità di collaborare, oltre che per diverse realtà del panorama industriale internazionale,  per ANASF, scrivendo uno spettacolo sulla finanza comportamentale, e per GAM Investment per presentare un prodotto finanziario sul territorio. Il mondo della finanza e tutte le persone con le quali ho avuto il piacere di collaborare, mi hanno insegnato che la pazienza, è l’ingrediente principale per arrivare ad ogni obiettivo.

La pazienza è legato al tempo e al rispetto che dobbiamo avere per realizzare i nostri sogni. Non abbiate fretta, pianificate i vostri sogni e non vi fermate davanti a quei muri che il destino vi metterà davanti. Quei muri mettono alla prova il vostro coraggio.

2019, la previsione del Mentalista: Audacia

L’audacia è la virtù dei forti. Platone diceva: “Quando un uomo è aMentalista udace senza senno ne riceve danno, quando invece con senno ne trae vantaggio”. Siate audaci, ma non spericolati. Come capirete,  se l’audacia è collegata al coraggio, alla pazienza e al desiderio di vedere realizzati i vostri obiettivi, saprete come scavalcare quei muri del destino e riceverete luce, energia, visione.

Il panorama che si presenterà davanti ai vostri occhi, fatto di persone, vite vissute, diversi modi di pensare e agire, il panorama fatto di intersezioni e collegamenti, vi permetterà di essere e diventare persone migliori. Siate audaci, ma ricordate: prima di agire, fermatevi e pensate.

2019, la previsione del Mentalista: Ascolto

Come pensate di agire, di raggiungere i vostri sogni, i vostri obiettivi, se non entrate in contatto con il mondo che vi circonda? Io ho imparato, nel mio percorso nell’oncologico pediatrico, come Mago di corsia, a rimanere in ascolto, e quell’ascolto lo porto sul palcoscenico, quando gioco con i miei spettatori che si prestano a partecipare ad un viaggio in un luogo affascinante: il mondo delle emozioni.

mentalista gianvito

Se volete emozionarvi, se volete emozionare, rimanete in ascolto. Anche il silenzio talvolta parla e se riuscirete ad ascoltare quel silenzio, vi accorgerete che spesso  le persone parlano con i gesti, con il corpo, con gli occhi, con la loro posizione davanti ai vostri occhi.

Ascoltate il mondo che vi circonda non solo con l’udito ma anche con gli occhi. Entrerete nel mondo di chi parla e sarete voi a colorarlo.

2019: la previsione del mentalista: Tenacia

Quante volte ci siamo fermati davanti al primo ostacolo?  Abbiamo un’idea ma non riusciamo a fargli prendere vita. Stiamo iniziando a condividere un progetto, ma non entriamo in sintonia con i diversi protagonisti che ricoprono diversi ruoli.

O ancora, il nostro preventivo non viene approvato e ci sentiamo sminuiti nel ruolo, o ci accorgiamo che il tempo per raggiungere il nostro obiettivo, si dilata sempre di più. Veniamo presi dallo sconforto, abbandoniamo il percorso e prendiamo altre direzioni convinti che non c’è nulla da fare.

Se non fate, non avrete, e nulla accade dall’oggi e domani. Il coraggio, il  rispetto del tempo, la pazienza, l’audacia e l’ascolto, sono 5 punti alla ricerca degli ultimi 2, la tenacia e la fede.

Non vuol dire essere testardi come muli e rimanere bloccati nelle proprie convinzioni. Tornate indietro, fate il percorso a ritroso e rimanete in ascolto, uditivo e visivo, concentratevi, fatelo con fede, ma sopratutto abbiate fede nelle vostre esperienze, nel vostro vissuto, ascoltando la soluzione arriverà con un click.

Tutto parte dalla mente, dalla nostra capacità di adattare il nostro essere alle condizioni diverse in cui essa si trova e plasmare il nostro agire e pensare.

Senza abbattersi, senza arrendersi, capaci di essere flessibili accettando le diversità altrui.

2019, la previsione del mentalista: La fede

La fede? Non è una questione di religione.

Ho imparato sulla mia pelle che se non avete fiducia in voi stessi, non potrete mai conquistare la fiducia del prossimo.

mentalista gianvito

Dovete avere fiducia in voi stessi, della vostra unicità, dei vostri pregi e difetti e metterli a disposizione di coloro che vanno oltre le apparenze, di coloro che superano i loro muri, perché come voi, hanno una visione.

A volte però incontrerete persone che davanti agli ostacoli, ci gireranno intorno. Aiutateli, fateli salire sulle vostre spalle, depositarie delle vostre esperienze e guidateli, alzateli e permettete loro di guardare oltre quel muro.

Il futuro si può prevedere, dipende solo dalle vostre capacità di credere in voi stessi e regalarvi un metodo.

Gli obiettivi della propria vita, non si raggiungono con semplici trucchi che sono solo dei paliativi, ma con metodo applicato con tenacia, perseveranza e coraggio.

Se cercate uno spettacolo, un momento di intrattenimento,  con tutti questi ingredienti per motivare, divertire, stupire i vostri clienti, il vostro team, se la vostra intenzione è di regalare un momento unico del vostro evento, scrivetemi una mail, sarò lieto di mettere in pratica quanto appena descritto.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

I regali della vita: trucco o metodo?

La vita quotidiana ci regala in ogni momento del giorno,  centinaia, migliaia di momenti unici.

Rimanere ad osservare, mettendo in “ON” tutti i nostri sensi, ci aiuterebbe a dare la giusta importanza e valore alle cose che spesso lasciamo in disparte, in disuso.

Molte persone che assistono ad un mio spettacolo di mentalismo o ad un singola performance regalata in un momento qualsiasi della giornata, mi domandano spesso dov’è il trucco. Io non parlo mai di trucco, ma di metodo.

I regali della vita: trucco o metodo?

Un trucco è un mezzo attraverso il quale si inganna una persona, a volte a fin di bene, ed è il caso di noi artisti quando abbiamo l’obiettivo di stupire il nostro pubblico.

Altre volte a fin di male, ed in questo caso il trucco diventa arte dell’inganno atto a truffare il prossimo, andando a colpire i lati deboli, le debolezze della persona, giocando con le loro vite.

Il metodo invece è un processo che si forma nel tempo, con il tempo, con l’esperienza. L’esperienza ci permette di eliminare il superfluo della vita e azione dopo azione, le nostre decisioni, il nostro agire, il nostro pensare diventa sempre di più essenza (questo se abbiamo tratto la giusta lezione dalle esperienze che la vita ci regala).

Il regalo che tutti noi dovremmo farci è avere un metodo.

Motivazione e mentalismo

I REGALI DELLA VITA : TRUCCO O METODO.

L’esperienza diventa tesoro quando riusciamo ad assaporare i doni che il quotidiano ci regala. Ho provato la sensazione ed il potere del dono quotidiano questa estate, al mare, a Policastro. Mi sono ritrovato un pomeriggio, mentre ero in spiaggia,  nel bel mezzo di un temporale.

In pochi secondi un allarmismo insensato, ha creato un fuggi di persone, che forse si erano più preoccupati del telefonino bagnato da 4 gocce che dal temporale in se stesso. Dopo essermi messo al riparo dalla pioggia, ecco che arriva il regalo, anzi due. Tutta la costa che si estendeva davanti al mio sguardo era coperta e grigia dalle nuvole sovrastanti, ma in mezzo a questa tempesta, da lontano, , una nuvola trafitta nel cielo da un raggio di sole.

Quel raggio di sole illuminava un piccolo lembo di terra, creando uno spazio dove potevo riposare il mio sguardo, il mio udito. In pochi secondi tutto il grigiore portato dalla pioggia incensante, spariva davanti a quella luce.

Quella stessa luce l’avevo incontrata un anno prima davanti ai tramonti Africani del Kenya, nel silenzio della Savana.

motivazione e mentalismo

Sono rimasto assorto e piacevolmente leggero davanti a questa visione, ho pensato a tutti quei momenti della vita dove siamo spesso presi dal grigiore dei problemi che la vita ci pone.

Problemi da risolvere e da affrontare, per trasformare il vivere quotidiano in sane opportunità di benessere. Sono raggi di sole che arrivano in momenti inaspettati della giornata: il sorriso che rubiamo alla nostra compagna al risveglio mattutino, alla coccola che diamo a nostro figlio quando lo rassicuriamo aiutandolo a superare un momento di incertezza, all’educazione, al rispetto verso il prossimo, alla capacità di porgere realmente la mano a chi ne ha bisogno, senza nulla chiedere in cambio, perchè una delle regole principali della vita à non fare del bene, se non sei in grado di accettare l’ingratitudine.

Guardando  quello spazio trafitto dalla luce, ho riposto i miei pensieri, mi sono sentito accarezzare da una serenità senza tempo, una serenità che ha trovato risposta al termine del temporale, allo spuntare di un bellissimo arcobaleno.

E allora ho pensato : Non abbiate paura, non abbiate fretta. Esiste sempre un luogo dove ripararsi, uno spazio dove ritrovare la serenitá. Alzate gli occhi dagli schermi dei vostri palmari e ogni tanto guardate intorno a voi. C’è un mondo che aspetta di essere abbracciato. Quando vi accorgerete e abbraccerete le bellezze che la vita ed il mondo vi regalano, scoprirete che per amare la vita, non esistono trucchi, ma solo metodi, una prospettiva diversa da dove guardare e assaporare 

RICHIEDI UN PREVENTIVO