I regali della vita: trucco o metodo?

La vita quotidiana ci regala in ogni momento del giorno,  centinaia, migliaia di momenti unici.

Rimanere ad osservare, mettendo in “ON” tutti i nostri sensi, ci aiuterebbe a dare la giusta importanza e valore alle cose che spesso lasciamo in disparte, in disuso.

Molte persone che assistono ad un mio spettacolo di mentalismo o ad un singola performance regalata in un momento qualsiasi della giornata, mi domandano spesso dov’è il trucco. Io non parlo mai di trucco, ma di metodo.

I regali della vita: trucco o metodo?

Un trucco è un mezzo attraverso il quale si inganna una persona, a volte a fin di bene, ed è il caso di noi artisti quando abbiamo l’obiettivo di stupire il nostro pubblico.

Altre volte a fin di male, ed in questo caso il trucco diventa arte dell’inganno atto a truffare il prossimo, andando a colpire i lati deboli, le debolezze della persona, giocando con le loro vite.

Il metodo invece è un processo che si forma nel tempo, con il tempo, con l’esperienza. L’esperienza ci permette di eliminare il superfluo della vita e azione dopo azione, le nostre decisioni, il nostro agire, il nostro pensare diventa sempre di più essenza (questo se abbiamo tratto la giusta lezione dalle esperienze che la vita ci regala).

Il regalo che tutti noi dovremmo farci è avere un metodo.

Motivazione e mentalismo

I REGALI DELLA VITA : TRUCCO O METODO.

L’esperienza diventa tesoro quando riusciamo ad assaporare i doni che il quotidiano ci regala. Ho provato la sensazione ed il potere del dono quotidiano questa estate, al mare, a Policastro. Mi sono ritrovato un pomeriggio, mentre ero in spiaggia,  nel bel mezzo di un temporale.

In pochi secondi un allarmismo insensato, ha creato un fuggi di persone, che forse si erano più preoccupati del telefonino bagnato da 4 gocce che dal temporale in se stesso. Dopo essermi messo al riparo dalla pioggia, ecco che arriva il regalo, anzi due. Tutta la costa che si estendeva davanti al mio sguardo era coperta e grigia dalle nuvole sovrastanti, ma in mezzo a questa tempesta, da lontano, , una nuvola trafitta nel cielo da un raggio di sole.

Quel raggio di sole illuminava un piccolo lembo di terra, creando uno spazio dove potevo riposare il mio sguardo, il mio udito. In pochi secondi tutto il grigiore portato dalla pioggia incensante, spariva davanti a quella luce.

Quella stessa luce l’avevo incontrata un anno prima davanti ai tramonti Africani del Kenya, nel silenzio della Savana.

motivazione e mentalismo

Sono rimasto assorto e piacevolmente leggero davanti a questa visione, ho pensato a tutti quei momenti della vita dove siamo spesso presi dal grigiore dei problemi che la vita ci pone.

Problemi da risolvere e da affrontare, per trasformare il vivere quotidiano in sane opportunità di benessere. Sono raggi di sole che arrivano in momenti inaspettati della giornata: il sorriso che rubiamo alla nostra compagna al risveglio mattutino, alla coccola che diamo a nostro figlio quando lo rassicuriamo aiutandolo a superare un momento di incertezza, all’educazione, al rispetto verso il prossimo, alla capacità di porgere realmente la mano a chi ne ha bisogno, senza nulla chiedere in cambio, perchè una delle regole principali della vita à non fare del bene, se non sei in grado di accettare l’ingratitudine.

Guardando  quello spazio trafitto dalla luce, ho riposto i miei pensieri, mi sono sentito accarezzare da una serenità senza tempo, una serenità che ha trovato risposta al termine del temporale, allo spuntare di un bellissimo arcobaleno.

E allora ho pensato : Non abbiate paura, non abbiate fretta. Esiste sempre un luogo dove ripararsi, uno spazio dove ritrovare la serenitá. Alzate gli occhi dagli schermi dei vostri palmari e ogni tanto guardate intorno a voi. C’è un mondo che aspetta di essere abbracciato. Quando vi accorgerete e abbraccerete le bellezze che la vita ed il mondo vi regalano, scoprirete che per amare la vita, non esistono trucchi, ma solo metodi, una prospettiva diversa da dove guardare e assaporare 

RICHIEDI UN PREVENTIVO